esher-tassellazioni-intarsi-pieni-e-vuoti-geometrie-artistiche-alternanza-scuola-lavoro-liceo

Titolo Opera: 
Esher Tassellazioni intarsi - pieni vuoti - geometrie artistiche + ASL
Anno Realizzazione: 
2018
Larghezza: 
150
Altezza: 
150
Profondità: 
150
Tipologia: 
Descrizione: 

Sicuramente il maestro in questa attività è stato Maurits Cornelis Escher autore del celebre saggio sulla divisione regolare di un piano. Nell’affrontare il problema, Escher parte dalla sua esperienza di illustratore notando: “un piano che sia considerato illimitato su tutti i lati, può essere riempito con, o diviso in, figure geometriche simili che confinano l’una con l’altra su tutti i lati senza lasciare spazi vuoti”. L’incisore olandese aveva sviluppato molte tavole con esempi di figure regolari capaci di riempire una superficie – tutte riconducibili a figure geometriche regolari accostate secondo schemi che si ripetevano. Ispirandoci ad un modello già rappresentato qui da un nostro maker del Fablab nel 2015 vedi seconda foto del progetto (che riporteremo solo a titolo esemplificativo) gli allievi delle scuole superiori hanno realizzato uno studio per la rappresentazione in 2D di tassellazioni/intarsi, quasi un lavoro da ebanista, molto "in erba" ma con l'utilizzo delle tecnologie digitali e l'applicazione di attrezzature a controllo numerico. I risultati della creatività dei ragazzi sono stati strabilianti. Naturalmente il discorso con le tassellazioni è sempre aperto e porteremo a maker faire gli sviluppi del lavoro che stiamo proseguendo coinvolgendo anche la stampa 3D nella progettazione.

REQUISITI
Requisiti: una superficie verticale abbastanza ampia 2 metri x 1 metro dove esporre le circa 20/25 tavolette dello spessore di circa 4 mm e della misura di 15 cm x 15cm già realizzate + un frammento del manufatto esposto a MFR15 di 80 cm x 20 cm.

TITOLO
Esher Tassellazioni intarsi - pieni e vuoti - geometrie artistiche + Alternanza scuola lavoro (liceo artistico E. Rossi e Liceo artistico Via Ripetta di Roma

ABSTRAC - en
Transformations of tessellated spaces, constructions that M.C. Escher called "metamorphosis", which suggest full worlds, without empty spaces, in continuous transformation.

ABSTRACT - it
Trasformazioni di spazi tassellati, costruzioni che M.C. Escher definiva "metamorfosi", che suggeriscono mondi pieni, senza vuoti, in continua trasformazione.

DESCRIZIONE PUBBLICA en
That reality which we call space is filled with equal forms, or divisible into primordial elements, not as we want, but only starting from certain forms. In short, space seems to be itself subject to a law that governs its structure. But the suggestion continues considering the transformations of tessellated spaces, ie those constructions that Escher called "metamorphosis", masterfully illustrated in the absolute escherian masterpieces "Metamorphoses" that suggest full worlds, without empty spaces, but in continuous transformation.

DESCRIZIONE PUBBLICA it
Quella realtà che chiamiamo spazio è colmabile con forme uguali, o divisibile in elementi primordiali, non a piacere, ma solo partendo da determinate forme. Lo spazio insomma sembra esso stesso soggetto ad una legge che governa la sua struttura. Ma la suggestione continua considerando le trasformazioni di spazi tassellati, cioè quelle costruzioni che Escher chiamava metamorfosi, illustrate magistralmente negli assoluti capolavori escheriani "Metamorfosi" che suggeriscono mondi pieni, senza vuoti, ma in continua trasformazione.

Immagini: 
QrCode expo: 
http://fablab.architettura.uniroma1.it/esher-tassellazioni-intarsi-pieni-e-vuoti-geometrie-artistiche-alternanza-scuola-lavoro-liceo
img logo expo: 
espositore/i: 
Leonardo Notaro, Mario Baioli, Luigi Pardo, Olivia Erthler, ASL liceo artistico
Anno Accademico: