esadodecaedro
alternanza scuola lavoro 2017 - liceo artistico statale via Ripetta
exhibit atrio Gianturco, facoltà di architettura
il plastico di architettura
borsa di collaborazione
pokemon
Dinamicità Percettiva Applicata Alla Facciata Architettonica
Dinamicità Percettiva Applicata Alla Facciata Architettonica
 
 
 
 

Dal 20 Marzo 2017 il nostro personale: Borsisti, Tirocinanti e Resposabile del Laboratorio hanno gestito 420 lavorazioni presso il laboratorio mLab.

Il plastico di architettura

Titolo Opera: 

Fiore di loto

Anno Realizzazione: 

2017

Larghezza: 

50

Altezza: 

35

Profondità: 

30

Tipologia: 

Descrizione: 

La nostra esercitazione progettuale di modellazione della facciata prende spunto dall'arsenale Pontificio di Roma. Tale edificio appartiene al XVIII secolo e ha il prospetto principale marcatamente caratterizzato dalla presenza di due grandi archi a sesto acuto che richiamano fortemente l’architettura gotica e neogotica e che svolgono in questo caso la funzione di portali per l'accesso alla struttura. Tale facciata termina però con un tetto a doppia falda che viene appoggiato immediatamente al di sopra degli archi. Studiando quindi le caratteristiche di questo edificio la nostra attenzione si è focalizzata sul mancato slancio del suo volume che abbiamo percepito per via della presenza del tetto a doppia falda: questo infatti sembra stroncare lo slancio verso l'alto dell’arsenale e contribuisce ad appiattire ulteriormente la struttura, decisamente bassa a larga. Gli edifici del periodo gotico e neogotico cui si richiama l’architettura dell’arsenale con i suoi archi a sesto acuto, sono invece caratterizzati da una forte verticalità sviluppata sempre di più man mano che dai lati si procede verso l’asse di simmetria centrale. Per cercare di conferire un maggiore slancio verticale al nostro modellino abbiamo deciso di inserire una nuova copertura dal profilo curvo culminante nel più alto vertice centrale, un po’ simile, per certi versi, ai tetti delle pagode giapponesi. Tale copertura è stata quindi ripetuta in dimensioni più piccole al di sopra degli archi, sostenuta in questo caso da pilastrini esili e alti, talvolta inclinati, sempre con l’intento di attribuire una maggiore verticalità alla struttura nella sua interezza.

Immagini: 

QrCode expo: 

http://fablab.architettura.uniroma1.it/il-plastico-di-architettura-19

img logo expo: 

espositore/i: 

Elisa Petrucci, Francesca Saulo

Anno Accademico: 

nome evento: 

Il plastico di architettura, corso integrativo - tutor Pasquale Loiudice
 
 
 
 
Zircon - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.